Contingency Plan for Lengthy Tarmac Delays - Piano di emergenza per lunghi ritardi in pista

Piano di emergenza

Introduzione

L'obiettivo di Austrian Airlines è quello di rendere ogni volo un'esperienza piacevole e sicura oltre ad aumentare il comfort del passeggero a terra e in volo. Il "Contingency Plan for Lengthy Tarmac Delays ("Contingency Plan")" ovvero il "Piano di emergenza per lunghi ritardi in pista ("Piano di emergenza")" di Austrian è un ulteriore passo per il raggiungimento di questo obiettivo. Questo Piano di emergenza è stato sviluppato in modo da riflettere il nostro impegno come vettore premium e per fornire ai nostri passeggeri chiare informazioni circa cosa può aspettarsi da noi, in particolar modo durante occcasionali e inevitabili irregolarità nelle operazioni di volo. Il piano di emergenza contiene specifici impegni che ci permetteranno di agire immediatamente per venire incontro ai bisogni e alle aspettative dei nostri clienti.  

Piano di emergenza per lunghi ritardi in pista

Questo Piano di emergenza viene applicato a tutti ii voli di linea e charter operati da Austrian con aeromobili più grandi di 30 posti. Questo Piano è soggetto a cambiamenti senza preavviso ed è separato e non costituisce parte delle Condizioni di trasporto di Austrian.

Impegno di Austrian verso i suoi clienti:

Per voli internazionali coperti da questo piano di emergenza che partono da o arrivano in aeroporti negli Stati Uniti anch'essi coperti, Austrian non permetterà ad un aereo di rimanere in pista per più di quattro ore. Prima di raggiungere le quattro ore, Austrian riporterà l'aeromobile al gate, o ad un altro punto di sbarco, dove ai passeggeri sarà concesso di lasciare l'aereo. Ritardi più lunghi di quattro ore possono essere necessari se ci sono restrizioni relative alla sicurezza o se i controllori del traffico aereo avvisano il comandante che il ritornare al gate o il permettere ai passeggeri di sbarcare in qualsiasi luogo turberebbe sensibilmente le operazioni aeroportuali. Per tutti i voli coperti da questo piano di emergenza, Austrian fornirà cibo e acqua potabile a sufficienza non oltre due ore dopo che l'aereo abbia lasciato l'uscita d'imbarco (in caso di partenza), o toccato il suolo (in caso di arrivo) se l'aereo rimane in pista. Tali servizi possono essere preclusi in caso di restrizioni relative alla sicurezza o se il comandante ritiene che l'erogazione di tale servizio comporti ulteriore ritardo o non permetta di effettuare il decollo quando autorizzato. Per tutti i voli coperti da questo piano, Austrian fornirà servizi igienici funzionanti, così come adeguate cure mediche se necessario, mentre l'aereo rimane sulla pista.

  • Austrian Airlines assicura che i passeggeri dei voli in ritardo riceveranno notifica riguardo lo status del ritardo ogni 30 minuti, durante il ritardo dell'aereo, incluso il motivo del ritardo, se conosciuto.
  • Austrian Airlines notificherà ai passeggeri del volo ritardato, iniziando da 30 minuti dopo la partenza programmata del volo (includendo l'eventuale ora di partenza aggiornata comunicata ai passeggeri prima dell'imbarco) e successivamente ogni 30 minuti, che hanno l'opportunità di scendere da un aereo che è al gate o in un altra area di sbarco con il portellone aperto se esiste concretamente la possibilità fisica di scendere.

Austrian ha sufficienti risorse per introdurre questo piano di emergenza.

Austrian ha coordinato questo piano di emergenza con le locali autorità aeroportuali, la U.S. Customer and Border Protection (CBP) e la Transportation Security Administratin (TSA) per ogni hub aeroportuale statunitense di piccole, medie e grandi dimensioni e per gli aeroporti non-hub serviti dal vettore, così come nei diversion airport negli USA.